6 consigli per vivere meglio

La frenesia del correre quotidiano e i molteplici impegni famigliari, personali e lavorativi, ci distraggono considerevolmente dalle cose che  ci aiuterebbero a stare meglio e a renderci anche più efficienti nello svolgere quei determinati compiti.

Una specie di effetto paradosso, in cui per stare meglio finisco per stare peggio.

Praticamente quasi tutte le persone con cui parlo si trova nella condizione di non avere tempo sufficiente per se stessi e mi dice che a malapena ha tempo per dormire.

Mamme a tempo pieno che lavorano anche fuori casa, imprenditori che hanno sposato la propria attività e vivono 24 ore al giorno al loro interno, bambini che oltre a studiare DEVONO eccellere in un qualche sport, DEVONO studiare uno strumento musicale, DEVONO…

Come hai capito, potremmo scrivere una lunga lista di persone che a causa delle esigenze di immagine e di sostanza che ci impone il nostro vivere in società, si sono fatti risucchiare nella trappola che vede barattare il proprio tempo e la propria serenità, in cambio del sentirsi in linea con le finte regole che la società stessa ha dettato.

In uno dei prossimi post, come ci insegna Schopenhauer, parlerò proprio del fatto che, una delle maniere per garantirsi l’ infelicità è proprio quella di sforzarsi di essere come la società ci vorrebbe, pensando invece che in quel modo possiamo essere felici.

Stop, sennò inizio a scrivere di tutte quelle cose che ci condizionano la vita e che sono talmente nascoste bene che si trovano proprio davanti agli occhi di tutti. Tutte cose che potrebbero essere eliminate anche facilmente se si riuscisse a percepirle come pericoli.

Veniamo a noi ed ai 6 semplici consigli che possono darti un reale aiuto a migliorare la qualità della tua vita e vogliono anche farti riflettere di quanto poco basti per cambiare.

I 6 consigli per migliorarsi la vita:

Impara ad organizzarti la settimana. Organizzarsi la sola giornata, non è sufficiente, anzi potrebbe risultare addirittura controproducente qualora tu abbia al suo interno anche compiti che puoi svolgere successivamente al giorno che hai programmato. Avere un quadro settimanale degli impegni ti consente di spostare i compiti che non sei riuscito a svolgere in giornata senza cadere nella trappola del sentirsi inefficienti. Inoltre avere un quadro più grande avanti agli occhi ci aiuta a poter individuare con più facilità i momenti che possiamo riservare al tempo per le nostre cose.

Usa bene la tecnologia. I moderni aggeggi elettronici, come più volte evidenziato all’interno di altri post, devono essere al nostro servizio, e non viceversa. Essere connessi 24 ore al giorno, non significa per forza che devo sempre stare a leggere quello che accade nei social oppure a leggere le tantissime e-mail che ormai, anche chi non le usa strettamente per lavoro, riceve quotidianamente da parte di aziende che si pubblicizzano. Impara a ritagliare uno spazio giornaliero per leggere le e-mail, consultare i social, fare le tue ricerche e quant’altro tu faccia col tuo PC o smartphone. Aggiungo anche che passare dal divertimento al patologico è un passo breve. Attenzione anche ai tanti giochi che ti rubano il tempo che potresti usare per fare qualcosa in cui metti a frutto i tuoi talenti.

Mangia bene. Penso che siamo tutti d’accordo sull’importanza del mangiare sano e siamo tutti d’accordo sul fatto che il cibo sia uno dei maggiori piaceri riservati all’essere umano. Bene. Allora, a meno che tu non abbia un reale problema (che ti dicono gli altri e non che riscontri tu) legato all’alimentazione, smettila di mangiare alimenti che farebbero vomitare un cane semplicemente perché pensi che siano salutari. Sei certo che se non accontenti anche il gusto, e quindi le tue sensazioni, e quindi il tuo cervello, quell’alimento ti faccia realmente bene? Ne potremmo discutere. Il cibo non è semplice sopravvivenza. Il cibo è vita. Vita che parte dal soddisfare la vista, l’olfatto, il tatto e poi il gusto. Mangiare bene parte dalla cottura del cibo passando per la preparazione della tavola fino ad aver consumato l’ultimo boccone. Privarsi dei piaceri del cibo è come procurarsi volontariamente del male.

Impara a dire di no. Conoscono molte persone che per loro natura, non sono in grado di dire di no. Cosa significa? Semplicemente che grazie allo loro tendenza ad esserci sempre per gli altri ed a farsi carico delle cose da risolvere come se senza di loro il mondo non va avanti, si trovano di continuo ad occuparsi di cose fastidiose e che assorbono tempo che viene sottratto ad altre cose più piacevoli. Il tempo è una cosa molto preziosa perché non può essere acquistato in nessun modo ed è lo stesso per tutti. Andrebbe usato con molta diligenza. Invece capita che a queste persone, tutti gli rovescino addosso la loro spazzatura emotiva, con la conseguenza che prima o poi si intasano e manifestano in vari modi il loro disagio. Ma purtroppo loro credono che amare significa sacrificarsi fino a soccombere.

Dormi bene. Trova la maniera per garantirti un numero sufficiente di ore di sonno. Inutile spiegare perché. Sappi solo che otto ore sono giuste e che con solo due ore in meno di sonno pregiudichi la tua capacità di attenzione del 50% nella giornata successiva.

Cura  il tuo corpo e la tua mente. Li racchiudo assieme perché non esiste un corpo senza mente e viceversa. Corpo e mente sono come le gambe di una persona, se una fatica l’altra dovrà lavorare di più. Allenati il giusto per stare in forma, ma non di più e coltiva la tua mente con attività in cui hai una genuina passione.

Inizia a comportarti seguendo questi consigli e vedrai migliorare in maniera significativa la tua vita ed anche quella di chi ti sta intorno.

Magari alcune delle cose che ho detto già le fai, o magari devi organizzarti per riuscire a seguire tutti e sei i consigli.

Non pensare che sia impossibile farlo. Concediti la possibilità di verificare se la routine a cui ormai ti sei assuefatto, sia modificabile. Modificare un’omeostasi, ovvero qualcosa che ormai è radicata da tempo, richiede forza e coraggio. L’essere umano come tutti i corpi in equilibrio tende a conservare le proprie abitudini.

Io ripeto che il tempo è lo stesso per tutti, e pare che qualcuno riesca a fare tante di quelle cose che vien da chiedersi come faccia. La risposta è che si ama ed è ben organizzata.

Se proprio pensi che sia impossibile attenersi a qualcuno di questi piccoli consigli, ogni mattina prova a farti questa domanda: “Cosa potrei fare oggi di diverso, come se fossi in grado di fare quella cosa?”

Se ad esempio sei una persona che non è in grado di dire di no, prova a domandarti: “Cosa potrei fare oggi di diverso, come se fossi in grado di dire di no?” Come mi comporterei, cosa direi di diverso, cosa farei di diverso.

Di tutte le risposte che ti dai, prendi la più semplice da fare e falla quel giorno. Vedrai che lentamente, facendo una piccola cosa al giorno, giorno dopo giorno, come per magia riuscirai a farla tua.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo, mi faresti un gran favore per aiutarmi a farmi conoscere. Oppure dammi un “Like” su FB.

Io ti ringrazio comunque per avermi letto e ti invito a lasciare un tuo commento.

Al prossimi post.

M.C.